Indice del forum Arcadia - Il mondo delle Erbe officinali

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Breve sunto sugli estratti vegetali usati in Fitocosmesi
Vai a 1, 2, 3, 4, 5  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> FitoCosmesi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Gen 20, 2018 3:23 pm    Oggetto: Ads

Top
Landre
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE


Registrato: 17/10/08 10:35
Messaggi: 5046
Residenza: Prov. di Milano

MessaggioInviato: Lun Apr 06, 2009 10:59 pm    Oggetto: Breve sunto sugli estratti vegetali usati in Fitocosmesi Rispondi citando

Leggendo vari libri di piante officinali o gli INCI dei prodotti cosmetici, si trovano estratti di una determinata pianta, in più svariate forme : Estratto fluido, glicolico, oleoso, ecc...
Come ben sappiamo la scelta del solvente ( acqua, alcool, glicerina, olio, glicole propilenico,.. ) è importante perchè non tutti riescono ad estrarre una determinata categoria ( o più ) di sostanze.

Spesso mi capita di sentire persone che vorrebbero oleolitizzare tutte le piante a disposizione per un uso cosmetico. ( fare un oleolito è abbastanza semplice ed economico ).
Questo è un pensiero sbagliato perchè l' olio vegetale non riesce ad estrarre tutti i costituenti delle piante, ma solo determinate categorie.

Perciò per alcuni vegetali sarà opportuno utilizzare altri tipi di estratti.

Una tipologia ideale per l' uso cosmetico è l' Estratto Glicolico ( E.G ).
Gli EG sono molto comodi nelle preparazioni cosmetiche in quanto ben si adattano alle varie emulsioni/formulazioni.
Il glicole propilenico, nonostante sia in grado di estrarre una vasta gamma di costituenti, ha una resa estrattiva di principi attivi piuttosto bassa ( a livello quantitativo ) rispetto agli altri estratti, come quelli idroalcolici o le TM.

L' alcool degli estratti idroalcolici, invece, crea limiti tecnici di formulazione, rendendo tali estratti meno utilizzabili.

Gli estratti secchi ES ( LIOFILIZZATI ) sono i preparati con la percentuale maggiore di principi attivi.
Nonostante siano ottimi per l' uso cosmetico, spesso si preferiscono gli EG a questi ( probabilmente anche per una questione economica )..
Basta pensare che un ES liofilizzato di Bardana, ad es., è 30 volte circa più concentrato di un estratto idroalcolico o glicolico.
Tradotto in dosaggi cosmetici, vorrebbe dire che lo 0,5% di un ES presente in una crema, corrisponderebbe ( a livello di costituenti ) al 15% di un estratto idroalcolico/glicolico. **



Di seguito riporto una piccola lista dei vari estratti che si possono ottenere da alcune piante usate a fini cosmetici.
La lista è molto sintetica ed è bene ricordare che estratti diversi della stessa pianta possono contenere diversi principi attivi, per cui è bene documentarsi per capire quale, tra gli estratti disponibili, sia il più idoneo al nostro utilizzo.
NB: la tabella non esclude la possibilità di altri estratti per le piante qui elencate.

Legenda * :

EF : estratto fluido
EM : estratto molle
ES : estratto secco
EG : estratto glicolico
OL : oleolito

som.f. > sommità fiorite
s. > succo
rad. > radici
fo > foglie
f. > fiori
cap. > capolini
fr. > frutti
p.ae. > parti aeree
som. > sommità
se. > semi


ACHILLEA , som.f. > EF, EM, ES, EG, OL

ALTEA , rad. > EF, EG

AMAMELIDE , fo. > EM, ES, EG

ARNICA f. e rad. > EF, EG, OL

BARDANA, rad. > EG

BENZOINO , resina > EG

BETULLA, fo. > EG

CALENDULA, cap. > EM, EG, OL

CAMOMILLA, cap. > EF, EM, ES, EG, OL

CAROTA, rad. > EG, OL

CARRUBA, fr. > EG

CENTELLA , p. ae. > EG

CONSOLIDA, rad. > EF, EG

ECHINACEA, rad. > EG

EDERA HELIX, fo. > EM, ES, EG

ELICRISO, f. > EG, OL

EQUISETO, som. > EG

EUCALIPTO, fo. > EG

FUCUS, tallo > EM, ES, EG

GINSENG, rad. > EF, EM, ES, EG

IPERICO, som. f. > EG, OL

IPPOCASTANO, se. > EF, EM, ES, EG

MALVA, fo. > EG

MENTA, som. f. > EF, EG

NOCE, mallo > EG, OL

OLIVO, fo. > EG

ORTICA, fo. > EF, EG

PASSIFLORA, tralci > EM, ES, EG

PIANTAGGINE, fo > EM, ES, EG

ROSA CANINA, cinorrodi > EG, OL

ROSA GALLICA, petali > EG

ROSMARINO, fo. > EF, EG, OL

RUSCO, rad. > EM, ES, EG

TORMENTILLA, rizoma > EF, EG








* NB: in questa lista non vengono prese in considerazione le acque distillate e altri eventuali estratti

Riferimenti bibliografici
Proserpio, Martelli, Patri ,Elementi di Fitocosmesi
** Elisabetta Boncompagni, Sostanze vegetali in cosmesi in AAVV, Sostanze vegetali in Cosmetica


L'ultima modifica di Landre il Sab Mag 02, 2009 7:43 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
chiara
Gemma
Gemma


Registrato: 01/05/09 22:02
Messaggi: 60
Residenza: milano provincia

MessaggioInviato: Sab Mag 02, 2009 12:04 am    Oggetto: Rispondi citando

quindi se ho degli estratti secchi di rosa canina e di centella,sarebbero piu' ricchi di principi i cosmetici fatti con queste polveri(E.S.) piuttosto che quelli fatti con E.G. o altri tipi;pero' ho tentato di usare la Centella asiatica ed il thè matcha(verde in polvere finissima) in una crema spignattata ed e' un macello!! gli E.S. non mi si sciolgono bene nelle emulsioni e anche filtrando restano grumini micro ma che si sentono sulla pelle.
Non e' che si possono usare questi E.S. come droga in un infuso forte e poi usare questo infuso filtrato come porzione acquosa nell'emulsione?
O forse in questo modo gran parte dei principi attivi delle piante scelte si perde?
scusa la curiosita' ma voglio informarmi il piu' possibile :D

_________________
Chiara
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Landre
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE


Registrato: 17/10/08 10:35
Messaggi: 5046
Residenza: Prov. di Milano

MessaggioInviato: Sab Mag 02, 2009 7:31 am    Oggetto: Rispondi citando

Ciao !
Sinceramente non ho mai spignattato creme con estratti secchi e non sei la prima persona che trova difficoltà con questi.
Probabilmente andranno prima sciolti in acqua calda ( e anche alcool, ovviamente in piccola quantità ) e poi usati in una crema.

NB: usando un ES puoi usarne di meno in formula rispetto ad un estratto idroalcolico o glicerico, per cui le percentuali scendono Wink

Ci vorrebbe Lola...
Top
Profilo Invia messaggio privato
chiara
Gemma
Gemma


Registrato: 01/05/09 22:02
Messaggi: 60
Residenza: milano provincia

MessaggioInviato: Sab Mag 02, 2009 8:07 am    Oggetto: Rispondi citando

grazie Landre,chiedero' sul forum di lola,che tu sappia si puo' fare in casa un E.G. o e' cosa da laboratorio?
Se si non è che mi spieghi a grandi linee il procedimento,poi per i particolari vedo di trovare qualche spiegazione in rete o faccio la faccia tosta(che non ho)e chiedo a qualche farmacista.(ho letto nelle presentazioni che c'è un utente donna che lavora per una ditta farmaceutica o qualcosa del genere).
Si usa il glycole propilenico?
Grazie

_________________
Chiara
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Landre
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE


Registrato: 17/10/08 10:35
Messaggi: 5046
Residenza: Prov. di Milano

MessaggioInviato: Sab Mag 02, 2009 12:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Chiara!
Teoricamente sarebbe possibile fare un EG in casa, perchè non richiede particolari meccanismi, solo che, secondo me, è meglio evitare.
Il Glicole propilenico è un solvente non bio e va maneggiato con cura !!!!

Appena posso, nella sede più appropriata, scriverò qualcosa sugli EG, così ne saprai qualcosina in più
Wink
Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato
chiara
Gemma
Gemma


Registrato: 01/05/09 22:02
Messaggi: 60
Residenza: milano provincia

MessaggioInviato: Sab Mag 02, 2009 12:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

thanks::

_________________
Chiara
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Roberta
Streghetta del Colle
Streghetta del Colle


Registrato: 17/10/08 21:43
Messaggi: 273

MessaggioInviato: Lun Mag 18, 2009 10:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Chiara. Io uso glicerina+alcool e il risultato per la cosmesi è eccellente!!!

un saluto.
Top
Profilo Invia messaggio privato
chiara
Gemma
Gemma


Registrato: 01/05/09 22:02
Messaggi: 60
Residenza: milano provincia

MessaggioInviato: Lun Mag 18, 2009 11:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

grazie roberta,in che proporzioni li utilizzi glicerina e alcool?

ho dell'estratto secco di Centella asiatica che cosi' non riesco ad utilizzare nei cosmetici.. se uso 2 parti di glicerina e 1 di alcool a 95°,di centella quanta ne metto?
grazie mille

_________________
Chiara
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Roberta
Streghetta del Colle
Streghetta del Colle


Registrato: 17/10/08 21:43
Messaggi: 273

MessaggioInviato: Mar Lug 28, 2009 10:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

Maroooooooooo Chiara... perdonami hate-hail ... non avevo proprio visto la tua domanda... scuuuuuuuuuuusa hate-hail

Sicuramente avrai già fatto più di un giro da Lola e avrai avuto le informazioni che cercavi... cmq... per correttezza:

glicerina+brandy mi riferivo all'estrazione dei principi attivi partendo dalla pianta (c'è la ricetta nel forum)

gli estratti secchi non mi piacciono molto ma so che si sciolgono in alcool, acqua calda o ceramidi...


ancora scusa.
Top
Profilo Invia messaggio privato
bloodyhands
Neo-utente
Neo-utente


Registrato: 06/10/09 22:51
Messaggi: 13

MessaggioInviato: Gio Nov 25, 2010 1:33 am    Oggetto: Rispondi citando

E il the verde? fo. > EM, ES, EG? hate-eeh
Top
Profilo Invia messaggio privato
puman
Erborista distillatore
Erborista distillatore


Registrato: 15/12/09 00:23
Messaggi: 3956
Residenza: Riccione

MessaggioInviato: Gio Nov 25, 2010 10:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

Per l'estratto secco fai un bel'infuso forte e sei a posto!!!

_________________
il mio negozio on-line

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
bloodyhands
Neo-utente
Neo-utente


Registrato: 06/10/09 22:51
Messaggi: 13

MessaggioInviato: Ven Nov 26, 2010 5:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

Se non abuso della vostra disponibilità, a questo punto vorrei sapere che cambia se una crema la formulo con l'infuso forte di the verde o con l'acido lipoico del the verde Very Happy Immagino che entrambi siano antiossidanti ma che l'infuso contenga anche acido tannico.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Landre
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE


Registrato: 17/10/08 10:35
Messaggi: 5046
Residenza: Prov. di Milano

MessaggioInviato: Ven Nov 26, 2010 9:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

Cambia eccome !
Con l'infuso di Tè verde avrai una vasta gamma di costituenti a tua disposizione, tra cui le molecole antiossidanti, mentre l'acido lipoico è solamente lui e basta.
Da un punto di vista cosmetico l'azione antiossidante del singolo lipoico sarà maggiore, in quanto utilizzerai una sola sostanza, a dosaggi sicuramente più funzionali di un intero fitocomplesso ( in cui è difficile quantificare ogni sostanza )
Top
Profilo Invia messaggio privato
bloodyhands
Neo-utente
Neo-utente


Registrato: 06/10/09 22:51
Messaggi: 13

MessaggioInviato: Sab Nov 27, 2010 12:16 am    Oggetto: Rispondi citando

Chiarissimo, grazie!
Top
Profilo Invia messaggio privato
monstiz
Herba vetus
Herba vetus


Registrato: 01/01/11 12:18
Messaggi: 127
Residenza: venezia

MessaggioInviato: Dom Gen 23, 2011 9:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

L'estratto glicolico di carrubba quali proprietà possiede? È la prima volta che lo sento!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> FitoCosmesi
Vai a 1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Pagina 1 di 5

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001 - 2005 phpBB Group
Theme ACID v1.5 par HEDONISM
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 1.09