Indice del forum Arcadia - Il mondo delle Erbe officinali

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

IncompatibilitÓ tra alcune sostanze e E.F. ad uso cosmetico

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> FitoCosmesi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Gen 20, 2018 3:19 pm    Oggetto: Ads

Top
Landre
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE


Registrato: 17/10/08 10:35
Messaggi: 5046
Residenza: Prov. di Milano

MessaggioInviato: Mer Ott 28, 2009 11:36 pm    Oggetto: IncompatibilitÓ tra alcune sostanze e E.F. ad uso cosmetico Rispondi citando

Ciao!
Visto che molti di voi spignattano cosmetici, ho pensato che fosse utile ricordare che alcuni estratti fluidi di origine vegetale sono incompatibili con determinate sostanze.

Ecco alcuni esempi:

Legenda:
ESTRATTO FLUIDO
NOMI DELLE SOSTANZE INCOMPATIBILI CON QUESTO
REAZIONE DOVUTA ALL' ASSOCIAZIONE DI QUESTI


NB: ricordo che stiamo parlando SOLAMENTE di Estratti fluidi

Aloe
NO con acido tannico
Precipitati di tannati
NO con alcali e sostanze alcaline, iodio e ferro
Colorazione
NO con acidi inorganici e acido salicilico
Precipitati

Arnica
NO con acidi inorganici, piombo acetato, ferro e zinco solfato
Precipitati

Assenzio
NO con sali di metalli pesanti, iodio e ioduri
Precipitati

Camomilla romana
NO con estratto fluido di China, tannini e loro estratti, gelatina
Precipitati

Felce maschio
NO con alcali e soluzioni alcaline
Decomposizione

Hamamelis
NO con estratto fluido di Idraste, tannati, alcaloidi, estratti di Oppio, China e pepsina, gelatina e sali di ferro
Precipitati

Liquirizia
NO con alcali, tinture ad alta gradazione alcolica
Decomposizione e precipitati

Uva ursina
NO con alcali e sostanze alcaline
Colorazione
NO con sali di ferro, alcaloidi e loro estratti
Precipitati


NB: Le incompatibilitÓ possono essere relative, perci˛ con i dovuti accorgimenti Ŕ possibile ovviare ad alcune di queste.


Importante
In alcuni casi di precipitazione Ŕ possibile rimediare con l' aggiunta ( a secondo del preparato che si sta facendo ) di un p˛ di acido citrico o di glicerina, o di acol etilico, ovviamente senza esagerare e tendendo conto della formulazione generale che state realizzando.







riferimenti bibliografici
Manuale delle preparazioni erboristiche, Tecniche Nuove, Milano, 2009, pp.163, 168, 169
Top
Profilo Invia messaggio privato
Landre
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE


Registrato: 17/10/08 10:35
Messaggi: 5046
Residenza: Prov. di Milano

MessaggioInviato: Gio Ott 29, 2009 10:02 am    Oggetto: Rispondi citando

Tengo a precisare che quanto riportato Ŕ in riferimento ad eventuali reazioni reologiche all' interno di preparazioni galeniche ( anche ad uso cosmetico ).
Per quanto riguada i cosmetici veri e propri, che di solito hanno dosaggi inferiori ai primi, tali interazioni potrebbero influenzare la densitÓ/texture del prodotto, ma non sono da considerarsi necessariamente dei divieti.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Rakdi
Neo-utente
Neo-utente


Registrato: 31/08/16 15:51
Messaggi: 3

MessaggioInviato: Gio Set 22, 2016 6:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

Salve, avrei una domanda.
In che modo l'aggiunta di glicerina, acido citrico o alcool etilico rimedia o protegge il fitoestratto dalla precipitazione? vorrei capirne la dinamica.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Landre
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE


Registrato: 17/10/08 10:35
Messaggi: 5046
Residenza: Prov. di Milano

MessaggioInviato: Gio Set 22, 2016 9:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao!
La glicerina, ad alte dosi ( 70%min ), aiuta a preservare il prodotto, per cui anche gli estratti contenuti. Idem l'alcool etilico ( min 20% ).
L'acido citrico, invece, modifica il pH, acidificando il prodotto, in modo da ridurre la carica batterica e i processi enzimatici. Ovviamente occorre fare un distinguo per l'uso interno e l'uso esterno ( vedi glicerina ), ma a grandi linee Ŕ cosý.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Rakdi
Neo-utente
Neo-utente


Registrato: 31/08/16 15:51
Messaggi: 3

MessaggioInviato: Ven Set 23, 2016 4:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie per la risposta Landre! Credo per˛ che mi sfugga un passaggio. Forse ho frainteso io quanto era stato scritto.

Io avevo capito che aggiungere glicerina o acido citrico ad esempio in un estratto idroalcolico, magari proprio durante la macerazione, poteva prevenire la precipitazione dovuta all' incompatibilitÓ tra alcuni principi estratti, quindi una precipitazione non dovuta a invasioni batteriche.

Sto cercando di capire meglio queste incompatibilitÓ tra principi estratti e come evitarle.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Landre
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE


Registrato: 17/10/08 10:35
Messaggi: 5046
Residenza: Prov. di Milano

MessaggioInviato: Lun Set 26, 2016 10:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Importante
In alcuni casi di precipitazione Ŕ possibile rimediare con l' aggiunta ( a secondo del preparato che si sta facendo ) di un p˛ di acido citrico o di glicerina, o di acol etilico, ovviamente senza esagerare e tendendo conto della formulazione generale che state realizzando.


Ahh tu ti riferivi a questo!? Scusami tu, non avevo capito.
Queste sono indicazioni generiche tratte da un manuale di preparazioni galeniche. Sul motivo, posso ipotizzare sia dovuto al potere solvente delle tre sostanze.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> FitoCosmesi
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001 - 2005 phpBB Group
Theme ACID v1.5 par HEDONISM
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 0.176